• 15 Luglio 2022

Case study: riqualificazione degli impianti gas e acqua sanitaria

Case study: riqualificazione degli impianti gas e acqua sanitaria

Case study: riqualificazione degli impianti gas e acqua sanitaria 500 450 Eurotis

Predisposizione di 10 circuiti acqua e 10 circuiti gas metano post-contatore in vano scale condominiale.

La riqualificazione energetica comporta la necessità di integrare l’edificio esistente con l’installazione di nuovi impianti.

È la sfida a cui si è trovato di fronte l’installatore Giuseppe Secco, impegnato nella riqualificazione di un impianto di distribuzione gas post-contatore e adduzione acqua sanitaria per diverse unità abitative situate in una palazzina di Padova.

L’impianto composto da 10 circuiti acqua e 10 circuiti gas metano è stato realizzato con singole tratte parallele che dal vano tecnico raggiungono i singoli appartamenti.

Il progetto ha previsto l’impiego delle tubazioni corrugate formabili CSST EUROWATER e EUROGAS DN 20 senza l’utilizzo di raccordi curvi lungo le linee. I raccordi a pressare ePRESS Technology (a passaggio totale) sono stati infatti utilizzati solo per i collegamenti nel vano tecnico e alle utenze abitative, sfruttando al massimo le caratteristiche di formabilità del tubo Eurotis.

“Le tubazioni CSST e il sistema a pressare si sono dimostrati dei prodotti molto validi e mi hanno permesso di realizzare il lavoro in tempi rapidi” dichiara il Sig. Giuseppe Secco, il quale specifica anche che “In fase di installazione non ho riscontrato alcun tipo di problema, anzi, la piegatura manuale del tubo e l’assenza di giunzioni hanno facilitato molto la posa dell’impianto in un ambiente poco agevole e attraverso percorsi non lineari.”

SCHEDA LAVORI

Referenza: Palazzina residenziale

Località: Padova

Anno: 2022

Tipologia: Riqualificazione energetica – impianto di distribuzione gas post-contatore e adduzione acqua sanitaria

Ambito: Residenziale

Progettazione e installazione: Giuseppe Secco Impianti Termotecnici

Rivenditore che ha fornito il materiale: Idroven Srl

È fondamentale evidenziare che il DN (diametro nominale) dei tubi Eurotis CSST in acciaio inox è riferito al diametro medio interno. Così è stabilito dalle normative internazionali. Il DN 20 Eurotis utilizzato in questa installazione garantisce un passaggio equivalente ad 1” (un pollice). Lo stesso impianto se realizzato con materiali “tradizionali”, dove il DN è invece la misura esterna, avrebbe richiesto tubazioni con diametri maggiori.

Il vantaggio più importante resta comunque, come poc’anzi illustrato, l’incredibile facilità di posa senza l’impiego di raccordi lungo il tragitto delle tubazioni. In questa tipologia di impianto i tempi di realizzazione sono stati ridotti di oltre l’80% rispetto all’installazione con altri materiali tradizionali. Le tubazioni e il sistema a pressare Eurotis si sono dimostrati la soluzione ideale anche per interventi di ristrutturazione e riqualificazione di impianti esistenti.

Iscriviti alla newsletter di Eurotis
Riceverai approfondimenti su prodotti, normative, novità ed eventi