• 16/01/2024

#Eurotisinforma: Direttiva Red III

#Eurotisinforma: Direttiva Red III

#Eurotisinforma: Direttiva Red III 500 450 Eurotis

Direttiva Europea RED III

Dallo scorso 20 novembre è in vigore in tutta l’Unione Europea la Direttiva RED III che prevede una serie di novità per gli Stati membri nel settore delle energie rinnovabili e un’accelerazione della transizione verso fonti energetiche più pulite.

Entro il 2030, l’Unione Europea si impegnerà a raggiungere una quota rinnovabile pari al 45% contro l’attuale 32% del consumo finale di energia.
Tutti gli Stati membri dovranno contribuire per il raggiungimento degli obiettivi prefissati nei settori dell’edilizia, dei sistemi di raffreddamento e teleriscaldamento, dei trasporti e dell’industria.

Inoltre, la concessione di permessi per nuovi impianti di energia rinnovabile, come centrali eoliche o pannelli solari, sarà oggetto di semplificazione. Questo significa che le autorità competenti nazionali non potranno impiegare un periodo di tempo superiore a 12 mesi per autorizzare la costruzione di impianti a energia rinnovabile.

La Direttiva RED III stabilisce poi obiettivi vincolanti per i settori del raffreddamento e del riscaldamento degli edifici e prevede, un aumento obbligatorio dello 0.8% annuo a livello nazionale fino al 2026 e dell’1,1% dal 2026 al 2030 della quota da rinnovabili.

Gli edifici possiedono infatti un grandissimo potenziale non sfruttato utile a contribuire alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Per conseguire il traguardo della neutralità climatica stabilito nella normativa europea sul clima, sarà necessario decarbonizzare il riscaldamento e il raffrescamento aumentando la quota di energie rinnovabili nella produzione e nell’utilizzo.

Tra le energie rinnovabili, il sole rappresenta la fonte energetica più green che esista in quanto produce energia in maniera totalmente naturale, senza emissione di gas serra, inquinamento o polveri sottili.
Gli impianti solari termici, sfruttando l’energia gratuita del sole contribuiscono alla produzione di acqua calda per il riscaldamento e/o di acqua calda sanitaria.

Eurotis propone le proprie tubazioni, offrendo un’ampia gamma per impianti solari termici.
Nello specifico, i tubi EUROSOLAR e, le linee SolarPRESS, garantiscono l’utilizzo di un prodotto dalle elevate caratteristiche tecniche quali resistenze ad alte temperature e ai fluidi veicolati che caratterizzano gli impianti solari termici, facilità di installazione, estrema formabilità e rivestimento isolante termico.
Le tubazioni SolarPRESS di Eurotis, inoltre, grazie alla bassa conducibilità del poliuretano espanso utilizzato come isolante, riducono lo spessore di quest’ultimo a 8mm rispetto ai tradizionali isolanti come EPDM e NBR espansi da 13mm pur mantenendo la stessa resistenza termica. Questo si traduce nella capacità di limitare le dispersioni termiche che riducono l’efficienza energetica del sistema.

Scegliere Eurotis significa quindi scegliere prodotti di qualità adatti anche alle tipologie di impianti basati sull’utilizzo delle energie rinnovabili che consentono di ridurre i consumi energetici, offrendo notevoli benefici sia per l’utente finale che per l’ambiente

Clicca qui per il testo integrale della nuova Direttiva RED III

Iscriviti alla newsletter di Eurotis
Riceverai approfondimenti su prodotti, normative, novità ed eventi